Basilica di Santa Cecilia: un pomeriggio tra arte, cultura e…musica
Basilica di Santa Cecilia: un pomeriggio tra arte, cultura e…musica
Basilica di Santa Cecilia: un pomeriggio tra arte, cultura e…musica
Basilica di Santa Cecilia: un pomeriggio tra arte, cultura e…musica
Basilica di Santa Cecilia: un pomeriggio tra arte, cultura e…musica
Basilica di Santa Cecilia: un pomeriggio tra arte, cultura e…musica
Basilica di Santa Cecilia: un pomeriggio tra arte, cultura e…musica
Basilica di Santa Cecilia: un pomeriggio tra arte, cultura e…musica
Basilica di Santa Cecilia: un pomeriggio tra arte, cultura e…musica

Sabato 26 novembre si è svolta la visita guidata alla Basilica di Santa Cecilia, una delle chiese più importanti di Roma, dedicata alla martire Cecilia, protettrice della musica…

Un sabato pomeriggio all’insegna della cultura, per i clienti ed amici che hanno partecipato alla visita guidata, anche questa volta con molto interesse e calore.

Con uno sguardo sempre attento ai particolari meno conosciuti, la guida, Antonella Avagnano, docente di storia dell’arte, ci ha accompagnati alla scoperta della Basilica, narrando con maestria, le storie e gli accadimenti intorno alla singola opera d’arte, balzando con grande naturalezza da un secolo all’altro, sul filo conduttore della curiosità.

La Basilica, caratterizzata dal fatto di racchiudere in un unico luogo diversi capolavori della storia dell’arte, è caratterizzata al suo interno dal catino absidale, decorato con uno splendido mosaico del IX secolo, il ciborio realizzato dal grande Arnolfo di Cambio…la statua della Santa, scolpita da Stefano Maderno nel 1600.

Accompagnata da un sottofondo musicale della banda presente, in onore delle celebrazioni di Santa Cecilia da poco svoltesi, la visita è proseguita all’interno del convento adiacente, per ammirare da vicino il magnifico Giudizio Universale di Pietro Cavallini, in tutta la sua maestosità.

Per concludere, abbiamo visitato le case romane e la cripta al di sotto della chiesa, colpiti da grande stupore nel vedere tale diversità artistica tutta nello stesso luogo…